Seguici su:

News del 08-03-2012
Il risparmio energetico sul calore di scarto

Nei processi industriali in genere si possono utilizzare delle tecnologie per recuperare il calore di scarto proveniente da:

  • gas di scarico caldi prodotti da forni e caldaie;
  • aria calda o acqua calda  proveniente da impianti di raffreddamento e di abbattimento temperatura.

Se applicate correttamente, le tecniche di recupero del calore sono in grado di produrre un significativo risparmio energetico, con conseguente abbattimento dei costi.

Le apparecchiature deputate a questa funzione sono dette recuperatori di calore e consentono di scambiare calore tra aria o gas, e fluidi  allo stato liquido o gassoso.

I recuperatori di calore sono disponibili in diverse tipologie, la scelta del dispositivo più adatto dipende da molti fattori, tra cui la portata dei fluidi trattati, la pressione di esercizio e le temperature minime e massime.

I rendimenti energetici dei recuperatori di calore sono variabili così com'è variabile l'investimento da sostenere: tutte le tecnologie consentono comunque rapidi ammortamenti delle spese sostenute, anche alla luce dei costi energetici sempre crescenti per le imprese industriali.  

Inoltre i recuperatori di calore consentono di contenere l'emissione dei gas serra, limitando l'impatto ambientale dei processi industriali.

COS.TER sas - Progettazione e costruzione scambiatori di calore - via 1° Maggio, 5 20066 Melzo (MI) Italy - Ph.: +39-029573750